La Rinascente Flagship Store

In pieno centro, a due passi dalla Fontana di Trevi e da Piazza di Spagna, Rinascente ha creato il suo secondo flagship store. L’edificio, situato in Via del Tritone all’angolo con via dei Due Macelli, è stato accuratamente ristrutturato nel corso di 11 anni, che hanno incluso un sito archeologico riportato alla luce durante i lavori di costruzione.

e ‘ stato Vincent Van Duysen Architetti che hanno assunto il ruolo di leader del concetto di design per la chiave di aree pubbliche dell’edificio di nuova costruzione, come una panoramica della facciata esterna di ristrutturazione, il layout generale strategia a piano terra e primo piano livelli, multi-brand retail aree e interior design per la caratteristica principale all’interno del progetto: l’atrio monumentale, una corte centrale che porta luce e splendore a ogni piano.

Il nuovo department store La Rinascente di Roma offre un magnifico esempio di come passato e presente dialoghino e insieme creino una nuova esperienza retail; un edificio che bilancia perfettamente antico e moderno. Il disegno della facciata evidenzia la ripetizione di elementi architettonici per creare un senso di unità armoniosa che definisce il concetto di un’espressione contemporanea e sobria.

Oltre a prendere in considerazione le particolarità del sito e ornamentali, espressione dell’esistente palazzi, il design è veramente ispirato da la scala, la proporzione e la gerarchia dell’architettura italiana, dai riferimenti classici come il chiostro del Bramante a Roma, italiano, architettura modernista, dal 1920 al 1930.

Per l’atrio di design, era importante creare un pubblico atmosfera, mentre ancora inquadrare i diversi spazi di tutti i diversi reparti di vendita al dettaglio in un ambiente sobrio e teatrale modo. La gerarchia e il ritmo dei diversi elementi architettonici definiscono una griglia strutturale e tettonica; il contrasto tra la calda pietra di travertino e la pannellatura in bronzo scuro esalta la tattilità e la profondità della composizione, creando giocose cornici di azione ed esperienza ad ogni passo. Allo stesso tempo, la struttura urbana delle città italiane, con più piazze e spazi pubblici, è stata una forte fonte di ispirazione durante la definizione dei layout del piano di vendita.

Il design di tutti gli infissi retail ha seguito i principi dell’architettura, con dettagli raffinati e artigianalità che completano il design. Attraverso un’attenta selezione dei materiali e un forte approccio progettuale architettonico, il progetto rispetta veramente il patrimonio unico di Roma ma porta una nuova identità e anima al department store La Rinascente.

Descrivi la tua filosofia di design:

‘Design’ è un processo continuo – la mia mente è sempre lavorando, immaginando, connettendo. Mi piace prendere in considerazione una narrazione durante la progettazione e mi piace essere un ‘narratore’ – perché non si tratta sempre di pragmatica-si tratta di anima. Rispetto alla tradizione e alla familiarità, e oltre all’utilitarismo, i miei progetti devono avere qualcosa di inaspettato e creare una connessione emotiva.

Definirei il mio stile utilizzando materiali puri e tattili che si traducono in un design chiaro e senza tempo. Cerco di essere il più coerente e persistente possibile verso la storia che voglio portare per il cliente specifico – il mio approccio copre tutti gli aspetti del design, rispettando il contesto e le sue tradizioni all’interno dei sensi e dell’esperienza fisica dello spazio, dei materiali e della luce ponendo l’utente centrale. Funzionalità, durata e comfort sono i componenti principali del mio lavoro. Il mio linguaggio architettonico non è timido di estetica, ma resiste moda e tendenze.

Una dichiarazione sul progetto:

In cosa consisteva la sfida?

Oltre a prendere in considerazione le particolarità del sito o l’espressione ornamentale dei Palazzi esistenti, il progetto è veramente ispirato alla scala, proporzione e gerarchia dell’architettura italiana. Dai riferimenti classici come il Chiostro del Bramante a Roma, all’architettura modernista italiana degli anni ’20 &’ 30. Per la progettazione della corte centrale, è stato importante creare un’atmosfera pubblica, inquadrando ancora i diversi spazi di tutti i diversi reparti retail in modo sobrio e teatrale. La gerarchia e il ritmo dei diversi elementi architettonici definiscono una griglia strutturale e tettonica; il contrasto tra la calda pietra di travertino e la pannellatura in bronzo scuro esalta la tattilità e la profondità della composizione, creando giocose cornici di azione ed esperienze ad ogni passerella. Allo stesso tempo, la struttura urbana delle città italiane, con più piazze e spazi pubblici, è stata una forte fonte di ispirazione durante la definizione dei layout del piano di vendita.

Era importante creare un’atmosfera pubblica, inquadrando i diversi spazi di tutti i diversi reparti commerciali in modo sobrio e teatrale. Allo stesso tempo, essere in grado di definire i layout interni di ogni piano retail utilizzando come ispirazione la struttura delle città italiane con più piazze e spazi pubblici. Si tratta di un progetto che rispetta la tradizione italiana creando una nuova esperienza retail in chiave contemporanea.

Ci sono state sorprese positive o negative durante la realizzazione del design?

La mia collaborazione con La Rinascente risale all’inizio della mia carriera, quindi c’è comprensione reciproca e perfetta collaborazione. Il progetto ha richiesto diversi anni di esecuzione, ma non ci sono state grandi difficoltà. Naturalmente, il progetto è stato congelato per qualche tempo a causa di scoperte archeologiche durante i lavori di fondazione, ma questa è una domanda che i team locali e il cliente hanno gestito perfettamente.

Builder-desiderio/obiettivo del proprietario. Cosa dovrebbe essere in grado di fare il progetto?

Si tratta di un progetto che rispetta la tradizione italiana creando una nuova esperienza di vendita in chiave contemporanea. Abbiamo lavorato a stretto contatto con i team locali e le autorità italiane per definire un progetto che soddisfacesse i requisiti del patrimonio. Allo stesso tempo, grazie ad un’attenta selezione di materiali, colori ed elementi particolari, il design rispetta le qualità esistenti delle facciate storiche, portando tuttavia una nuova identità e anima alla costruzione completa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.