La mia vocazione non è il matrimonio

Il matrimonio non è mai stato un’opzione nel mio discernimento. Potrei dire dai miei doni, interessi, punti di forza e di debolezza che la mia vocazione sarebbe qualcosa di particolarmente non convenzionale.

Matrimonio? Noioso. Bambini? Adorabile, ma la maternità spirituale favorisce una famiglia molto più grande ed è molto più frequentemente trascurata.

La seconda tappa del mio treno di discernimento era chiaramente la vita religiosa. Tutti pensavano che sarei stata una suora quando ero piccola, e la mia decisione di perseguire una laurea in teologia ha solo ulteriormente cementato questa impressione.

Nonostante il mio sincero desiderio di farlo funzionare, però, divenne presto evidente che Dio non mi aveva progettato con un convento in mente.

È rimasta una sola possibilità vocazionale: la vita singola consacrata.

Davvero, era la misura perfetta e questo particolare bivio era deliziosamente non letto. La mia cara amica e modella Colette Kennett aveva una vocazione simile e mi ha insegnato molto sulla bellezza di una tale chiamata. Tuttavia, c’erano due problemi principali. In primo luogo, sapevo che questa vocazione non mi avrebbe sfidato a crescere da alcuni dei miei difetti chiave e — molto più importante-non avevo vera pace nel vivere una vita del genere.

Oggi sono felicemente fidanzata con un giovane di incredibile calibro. La prima vocazione che ho buttato fuori era esattamente quella per me.

Quindi, cosa è cambiato? Cosa mi ha spostato dal correre lungo la strada meno viaggiato a fare la fila dietro letteralmente milioni di spose-to-be?

Avevo imparato la differenza tra i matrimoni mondani e secolari e la vocazione più raramente perseguita: il matrimonio sacramentale.

Matrimonio secolare

Il matrimonio secolare non si riferisce ai matrimoni non ecclesiastici, anche se può. Può anche riferirsi a matrimoni iniziati con una cerimonia in chiesa per mero obbligo o perché la nonna lo ha richiesto o per il bel fondale. Anche i matrimoni sigillati con entusiasmo con il Sacramento effettivo del matrimonio possono crollare in matrimoni secolari ignorando la sua grazia speciale.

I matrimoni secolari sono matrimoni in dollari. Sono a basso costo e basso rendimento. Possono essere vestiti una volta all’anno in modo che tutti Instagram riconosca l’occasione, ma dietro il filtro, alla fine sono sub-par e senza gioia.

Questo è il tipo di matrimonio per il quale il cuore umano si accontenta.

L’anima è spinta a riempire il vuoto con altre cose, perché è fatta traboccare dall’interno, non riempire le sue vaste cavità dall’esterno.

Il matrimonio secolare è condizionato. A volte è sufficiente, ma più spesso richiede strumenti per renderlo interessante o per distrarre dall’umanità abbagliante dell’altro coniuge. Essa provoca il wed a giocare con le tentazioni, scorrendo a destra, chiacchierando di nascosto, incontrarsi “solo una volta.”

Si chiama “secolare” per significare “mondano” — bello, ma insoddisfacente e in definitiva di passaggio.

Come una corsa in metropolitana, è facile, insignificante e sbiancato con luce artificiale vertiginosa.

I matrimoni secolari sono una mera (in)convenienza, e sono ovunque.

Ma i matrimoni sacramentali sono una cosa completamente diversa.

Matrimonio sacramentale

Alcuni matrimoni sacramentali iniziano con il Sacramento, ma altri — specialmente nel caso di coloro che poi hanno una conversione del cuore — iniziano con cuori buoni privi solo di grazie speciali. Altri ancora sono apertamente laici al loro inizio. Ma in tutti i casi, un matrimonio sacramentale in ultima analisi richiede il coinvolgimento intenzionale di Dio. Senza di lui, il sacramentale soccombe al secolare.

I matrimoni sacramentali sono matrimoni di marca. Costano letteralmente tutto e non smettono mai di caricare, ma il payoff è ugualmente infinito. Sono così traboccanti di gioia e amore — anche in tempi strazianti — che non c’è bisogno di vestirli per un post anniversario. (Anche se, perché no? # instaworthy)

Questo è il tipo di matrimonio per il quale il cuore umano anela.

Questa reciproca ricerca sponsale della santità rafforza la mente mentre il cuore trabocca dall’interno, abbondante nella grazia e nell’amore soprannaturali.

Il matrimonio sacramentale è incondizionato. Brilla di più nel tempo, invecchiando come il suo Creatore senza età. È infinitamente esigente e difficile e — a seconda delle scelte quotidiane degli sposi-può trasformarsi in matrimonio secolare in qualsiasi momento. Ma il matrimonio sacramentale non tende alla devoluzione. Invece, per sua stessa natura, tende alla virtù, al sacrificio di sé, al Cielo. Porta coniugi attraverso e tentazione passato, vizio, e la disperazione.

Si chiama “sacramentale” perché è il segno esteriore di una realtà interiore: la partecipazione senza fine all’unione stessa delle persone condivisa da Dio stesso.

Come un’escursione in montagna, è difficile, estenuante, mozzafiato e — anche nelle sue notti più buie — scintillante con la luce del Cielo.

Per gli sposi, è una benedizione inimmaginabile.

I matrimoni sacramentali sono rari.

Le chiamate sono molte, ma gli impegni sono pochi.

Dall’esterno, l’aspetto secolare e sacramentale sono quasi identici e molti sono ingannati da knock-off a buon mercato. Tra coloro che comprendono la distinzione, ancora meno hanno il coraggio di perseguire il divino. Tuttavia, tutto il coraggio nel mondo è insufficiente quando manca la grazia sacramentale. E così questa vocazione, in verità, è molto rara.

Così, nascosto in bella vista, ho trovato la chiamata scoraggiante a questa vocazione apparentemente impossibile. È raro, è terrificante, e non ho mai provato più pace.

La mia vocazione non è solo il matrimonio, è il matrimonio sacramentale.

Qual è il tuo?

— Forest Hempen
Marketing e Comunicazione Associate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.