Josephine St. Pierre Ruffin

Josephine St. Pierre Ruffin (1842 – 1924) è nata e cresciuta a Boston, e ha pubblicato Woman’s Era Magazine (est. 1894), la prima rivista per i diritti delle donne pubblicata, scritta e distribuita da donne afroamericane negli Stati Uniti. Il più giovane di sei figli, suo padre, John St. Pierre, era un leader nella comunità afro-americana ante-bellum di Beacon Hill. Nonostante la relativa stabilità della sua famiglia, Ruffin frequentò la scuola pubblica a Salem, Massachusetts, perché le scuole di Boston rimasero segregate fino al 1855. Nel 1858, dopo essere apparsa come oratore abolizionista a New York, sposò George Lewis Ruffin, un barbiere locale e futuro giudice del Tribunale distrettuale di Charlestown che si laureò alla Harvard Law School nel 1869. La coppia visse, brevemente, a Liverpool, poi tornò a Boston, dove George Ruffin entrò ad Harvard mentre Josephine allevò i cinque figli della coppia.

Josephine Ruffin era un’attivista impegnata, che ha partecipato ai diritti delle donne e ai diritti civili afroamericani per tutta la sua vita. Collega sia di Lucy Stanton che di Julia Ward Howe, ha contribuito a organizzare la Massachusetts School Suffrage Association, che ha combattuto per il diritto di voto delle donne nelle elezioni del consiglio scolastico. Ha fondato la Boston Kansas Relief Association nel 1879 per fornire sostegno finanziario per i sudisti neri in fuga dalla violenza e dalla privazione economica. Il suo contributo più significativo, però, era della donna, club di una donna afro-americana locale che ha promosso sollevamento razziale, anti-linciaggio, e diritti civili. Il club, fondato nella sua casa di Cambridge Street, alla fine pubblicò una rivista nazionale che divenne l’organo ufficiale della National Association of Colored Women nel 1896. La NACW ospitò la Federazione Nazionale delle Donne afroamericane presso la Charles Street AME Church nel 1896, che lanciò il club di donne nere più antico e influente del paese. L’era della donna, tuttavia, rimase il principale veicolo di Ruffin per i diritti civili. Ha pubblicato i primi lavori di anti-linciaggio attivista Ida B. Wells Barnett, protestato contro la segregazione in Christian Temperance Union della donna, e ha contribuito a raccogliere fondi per centinaia di donne del sud e le ragazze che migrarono verso il nord urbano nei decenni dopo la ricostruzione. Anche se l’eracontinuò ad apparire, sporadicamente, fino ai primi anni del 1900, gli anni più significativi della rivista furono dal 1894 al 1896, quando sfidò il razzismo e il sessismo nella National Woman’s Press Association e sostenne il lavoro del club delle donne nere in tutto il paese.

Eds. Mia Bay et al. Verso Una Storia Intellettuale delle Donne Afro-Americane (University of North Carolina Press, 2015)

Paula J. Giddings Ida: Una Spada Tra i Lions: Ida B. Wells e la Campagna Contro il Linciaggio (Harper Tascabili 2009)

Marta S. Jones, Tutti Legati Insieme: La Donna in Questione Afro-Americana, Cultura Pubblica (University of North Carolina Press, 2007)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.