Cosa c’è da sapere su Light Bladder Leakage

Di Susan A Peck, RNC, MSN-APN

Cosa hanno in comune una donna incinta di 30 anni, una 67enne che ha 3 figli – tutti consegnati vaginalmente – e un 45enne che non è mai stato incinta? Stanno tutti vivendo perdite di luce della vescica e ognuno di loro si sente in imbarazzo a discuterne. La perdita della vescica è molto comune e può verificarsi in qualsiasi donna, di qualsiasi età e di qualsiasi stato di gravidanza!

La perdita leggera della vescica anche conosciuta come incontinenza urinaria, è una perdita involontaria di urina. Si stima che si verifichi in un massimo di 1 donna su 4. I due tipi più comuni di incontinenza includono l’incontinenza da stress e l’incontinenza da urgenza, ma alcune donne possono avere una combinazione di entrambi i tipi.

  • L’incontinenza da stress è la perdita di urina (piccole o grandi quantità) da attività che causano pressione sulla vescica come tosse, corsa, salto o starnuti. Succede quando i muscoli del pavimento pelvico – che sostengono la vescica – si indeboliscono. I muscoli indeboliti possono essere causati da gravidanza, precedenti nascite vaginali, obesità o sovrappeso o infezioni croniche del tratto urinario. A volte, l’incontinenza può verificarsi senza uno qualsiasi di questi fattori di rischio.
  • L’incontinenza da urgenza è la frequente necessità improvvisa di urinare che spesso causa contrazioni della vescica e la perdita di piccole o moderate quantità di urina. Succede da irritanti della vescica come caffeina o alcol, idratazione eccessiva, uso di alcuni farmaci come diuretici (pillole d’acqua) o condizioni neurologiche. In alcune donne, questo può essere chiamato una vescica iperattiva.

Come infermiera di salute delle donne, chiedo ai miei pazienti di perdite di vescica e incontinenza – perché la maggior parte del tempo non me lo menzioneranno prima. Qui ci sono due storie che sono molto simili a casi di vita reale che vedo ogni giorno. Il primo era un istruttore di fitness di 55 anni che ha 3 bambini, tutti consegnati per via vaginale. Lei mi vede una volta all “anno per il suo esame annuale donna bene e quest” anno, quando le ho chiesto se avesse qualche perdita della vescica, lei ha detto sì, che è appena iniziato su 6 mesi prima. Era piuttosto sorpresa da questo perché insegna Pilates e Zumba e pensava di avere un bel “nucleo forte”. Ma ultimamente, in classe Zumba si sentiva dribbling di urina che esce. Era imbarazzata che qualcuno lo vedesse sui suoi pantaloni, quindi ha iniziato a indossare un pad in classe, ma odiava esercitarsi mentre ne indossava uno. Il paziente B ha 30 anni, è madre di un figlio di 2 anni nato con taglio cesareo e lavora a tempo pieno. Quando le ho chiesto dell’incontinenza, mi ha detto che da quando è nato suo figlio, perde urina ogni volta che tossisce o starnutisce e nota che succede di più quando beve caffè – la caffeina di cui ha bisogno a causa della sua vita frenetica! È stata anche piuttosto sorpresa dal fatto che la perdita stia accadendo perché “è giovane e non ha avuto un parto vaginale”.

Entrambe queste donne sono state sorprese di sapere quanto sia comune la perdita della vescica, ma molto felici di sapere che non sono sole. Durante i loro esami pelvici, ho chiesto loro di eseguire ciascuno un esercizio di Kegel-contraendo il pavimento pelvico-in modo da poter valutare il loro tono del pavimento pelvico. Il paziente A ha fatto correttamente il Kegel, ma ha avuto un tono scadente. Il paziente B non ha eseguito correttamente il Kegel – invece stava portando giù / spingendo fuori. Testavo regolarmente i miei pazienti per il tono del pavimento pelvico e almeno il 50% delle volte, il tono è scarso o l’esercizio non viene eseguito correttamente.

Di seguito sono riportati alcuni suggerimenti per aiutare a mantenere un buon tono muscolare del pavimento pelvico, che è fondamentale per prevenire o migliorare la perdita della vescica.

  • Gli esercizi di Kegel sono il modo più semplice per rafforzare questi muscoli, così come gli esercizi di pilates che si concentrano sul rafforzamento del nucleo. Ecco un link dalla Mayo Clinic per assicurarti che li stai praticando correttamente.
  • La perdita di peso è molto importante nella gestione della perdita della vescica. Anche solo una perdita di 5-10 libbre può alleviare una certa pressione addominale contro la vescica.
  • Cerca di ridurre l’esposizione a sostanze irritanti della vescica come caffeina e alcol e di non lasciare che la vescica si riempia troppo, anche durante le giornate impegnative!
  • Per alcune donne, il riferimento a un fisioterapista specializzato nella terapia fisica del pavimento pelvico può anche essere molto utile. Sì, ci sono fisioterapisti specializzati in questo importante gruppo muscolare! In situazioni in cui queste misure conservative non aiutano a sufficienza, ci sono medici uroginecologi – che sono ginecologi che hanno una sub-specialità nella medicina del pavimento pelvico – che possono offrire altri trattamenti, tra cui la chirurgia.

La perdita di luce della vescica è una lamentela comune tra le donne di tutte le età. Se si verifica questo, si prega di menzionare al vostro infermiere o fornitore di assistenza sanitaria, se non chiedono su di esso prima. Molte donne credono che sia una parte normale dell’invecchiamento o una normale conseguenza delle gravidanze o del parto – ma ci sono modi per aiutare, quindi non sentirti in imbarazzo o a disagio a sollevare l’argomento e chiedere aiuto.

RRWJMS20150428

Susan A. Peck, RNC, MSN, APN è un praticante infermiere di salute delle donne. Per 20 anni, signorina. La carriera di Peck si è concentrata sull’assistenza sanitaria delle donne, prima come infermiera del personale di lavoro e consegna e negli ultimi 16 anni come infermiera pratica avanzata. Attualmente lavora nel Dipartimento di Ostetricia & Ginecologia all’interno di Summit Medical Group, un grande gruppo di pratica multi-specialità nel nord del New Jersey.

Le aree di competenza della signora Peck includono contraccezione, osteoporosi, ginecologia generale e cure prenatali. Ha parlato a diverse conferenze nazionali e statali, tra cui la Convenzione nazionale AWHONN.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.