Cinque fatti chiave per il lavaggio delle mani

(PAHO / WHO).- Il lavaggio delle mani con sapone-specialmente nei momenti critici, cioè dopo aver usato il bagno e prima di maneggiare il cibo-è un intervento chiave ed economico che salva vite umane.

I bambini di età inferiore ai 5 anni soffrono in modo sproporzionato di malattie diarroiche e più di 3,5 milioni muoiono ogni anno in tutto il mondo per malattie legate alla diarrea e alla polmonite. L’atto di lavarsi le mani con sapone può ridurre l’incidenza dei tassi di diarrea tra i bambini sotto i 5 a quasi il 50 per cento e le infezioni respiratorie a circa il 25 per cento.

Il lavaggio delle mani con sapone –specialmente nei momenti critici, cioè dopo aver usato la toilette e prima di maneggiare il cibo– è un intervento chiave, economico e salvavita. I risultati della ricerca di diversi paesi in via di sviluppo mostrano che la mancanza di sapone non è di solito una barriera, poiché la stragrande maggioranza delle famiglie povere ha il sapone a casa, piuttosto, il problema è che il sapone viene usato raramente per il lavaggio delle mani.

Cinque fatti chiave:

1. Lavarsi le mani con l’acqua da solo non è abbastanza!

Il lavaggio delle mani solo con acqua, una pratica comune in tutto il mondo, è significativamente meno efficace del lavaggio delle mani con sapone. Il corretto lavaggio delle mani richiede sapone e una piccola quantità di acqua. L’uso del sapone facilita lo sfregamento, che consente di sciogliere il grasso e rimuovere lo sporco contenuto nella maggior parte dei germi, inoltre, lascia un odore gradevole sulle mani. Se usato correttamente, tutti i saponi sono ugualmente efficaci a rimuovere i germi che causano la malattia.

2. Il lavaggio a mano con sapone può prevenire malattie che uccidono milioni di ragazze e ragazzi ogni anno.
Il lavaggio delle mani con sapone è uno dei modi più efficaci per prevenire le malattie diarroiche e la polmonite, che insieme sono responsabili della maggior parte delle morti infantili. Ogni anno, più di 3,5 milioni di bambini non riescono a festeggiare il loro quinto compleanno a causa di diarrea e polmonite. Il lavaggio delle mani può anche prevenire infezioni della pelle, infezioni oculari, parassiti intestinali, SARS, influenza aviaria e influenza H1/N1 e porta benefici per la salute alle persone che vivono con HIV/AIDS. La ricerca mostra che il lavaggio delle mani è efficace nel prevenire la trasmissione della malattia anche in insediamenti poveri densamente popolati e contaminati.

3. I tempi critici per il lavaggio delle mani con sapone sono dopo aver usato il bagno o pulito un bambino e prima di maneggiare il cibo.
Le mani devono essere lavate con sapone dopo aver usato il bagno, dopo aver pulito le feci di un bambino (o dopo qualsiasi altro contatto con escrementi umani, compresi quelli di neonati e bambini) e prima di maneggiare il cibo. Le mani sono i principali portatori di germi che causano malattie. È importante assicurarsi che le persone abbiano strutture per lavarsi le mani in questi momenti critici. Esistono soluzioni semplici e a basso costo che rientrano nelle possibilità finanziarie e tecnologiche di tutte le comunità, anche le più povere.

4. Il lavaggio a mano con sapone è l’intervento sanitario più economico.
La promozione del lavaggio delle mani è più efficace e conveniente rispetto al finanziamento richiesto da altri interventi sanitari. Un investimento di $ 3.35 nel lavaggio delle mani porta gli stessi benefici per la salute di un investimento di $ 11 nella costruzione di latrine, o un investimento di $ 200 nell’approvvigionamento idrico delle abitazioni, o un investimento di migliaia di dollari in immunizzazione. Investire nella promozione del lavaggio delle mani con sapone può anche massimizzare i benefici per la salute degli investimenti in infrastrutture idriche e igienico-sanitarie e ridurre i rischi per la salute quando le famiglie non hanno accesso ai servizi igienico-sanitari di base e all’approvvigionamento idrico.

5. I bambini possono essere agenti di cambiamento
Quando si tratta di condividere buone pratiche igieniche, i bambini –il segmento della società che è spesso più energico, entusiasta e aperto a nuove idee– possono agire come agenti di cambiamento e trasmettere le “lezioni di lavaggio delle mani” che imparano a scuola alle loro case e comunità. La partecipazione attiva dei bambini-idealmente situata all’incrocio tra casa, scuola e comunità– insieme a interventi basati sulla comunità culturalmente sensibili cercano di garantire un cambiamento di comportamento sostenuto. Lo scopo della Giornata mondiale del lavaggio delle mani è quello di motivare i bambini ad abbracciare e condividere pratiche di lavaggio delle mani appropriate e di renderli “ambasciatori del lavaggio delle mani” in ciascuna delle iniziative del paese a livello nazionale e locale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.