Campus Alert

I ricercatori hanno trovato un nuovo modo per creare anticorpi preziosi senza bisogno di lama. Sì, lama.

Lama, alpaca, cammelli e altri membri della famiglia dei camelidi producono una classe di anticorpi che consentono agli scienziati di determinare le strutture di proteine altrimenti impossibili da studiare nel corpo, capire come quelle proteine funzionano male nella malattia e progettare nuovi farmaci che agiscono su di esse.

L’uso di anticorpi camelidi, tuttavia, non è privo di aspetti negativi.

In primo luogo, non tutti i ricercatori che hanno bisogno di tali anticorpi hanno accesso alle strutture di lama (o alpaca o cammello). In secondo luogo, mentre gli animali non sono danneggiati, vaccinarli per generare gli anticorpi desiderati è costoso, richiede fino a sei mesi per tentativo e spesso non funziona.

testa di un lama rivolta in avanti
Un lama, un membro della famiglia camelidae

Un team di biologi strutturali da HMS Dipartimento di biochimica e Farmacologia Molecolare e dall’Università di California, San Francisco, hanno creato una lama soluzione: le fiale di appositamente progettato lievito.

Il metodo del lievito può essere fatto in una provetta nel laboratorio di un ricercatore e ha un tasso di successo più elevato e tempi di consegna più rapidi rispetto alla vaccinazione dei lama e ai precedenti tentativi di aggirare l’uso dei camelidi. Il sistema del lievito è stato reso liberamente disponibile per uso senza scopo di lucro.

I segmenti attivi degli anticorpi camelidi sono spesso chiamati nanobodies perché possono essere molto più piccoli degli anticorpi regolari. Un nanobody lama potrebbe legarsi solo ad una particolare conformazione—per esempio, “aperto” o “chiuso” – di una particolare proteina. I nanobodies possono anche legarsi a proteine impegnative, come i recettori che funzionano nelle membrane cellulari oleose.

I biologi strutturali vogliono trovare il nanobody esatto che corrisponde alla loro proteina di interesse in modo da poter bloccare la proteina in una posizione ed eseguire test per capire la sua struttura atomica. Secondo i ricercatori, i nanobodies potrebbero rendere possibile lo sviluppo di farmaci per bersagli biologici che gli anticorpi sono semplicemente troppo grandi per colpire.

Il team di ricerca HMS ha già creato una libreria di 500 milioni di anticorpi camelidi utilizzando cellule di lievito. Ogni cellula di lievito ha un nanobody leggermente diverso legato alla sua superficie, fatto da un pezzo leggermente diverso di DNA sintetico.

McMahon C, et al., Natura strutturale & Biologia molecolare, marzo 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.