Affrontare la sfida mortale di Mannheimia haemolytica

La prevenzione è l’approccio migliore con questi batteri in continua evoluzione

Dal 2011 al 2015, la malattia respiratoria bovina (BRD) nei vitelli infermieristici costa all’industria bovina circa million 165 milioni ogni anno.1 Delle cause batteriche di BRD, M. haemolytica è la più predominante e preoccupante del gruppo.2 Gli animali con un’infezione da M. haemolytica possono passare da apparentemente sani a deceduti in un giorno.

La prevenzione inizia con la comprensione di come agiscono gli agenti patogeni
M. haemolytica si trova naturalmente nel tratto respiratorio dei bovini. Polvere, stress o infezioni virali rendono più facile per i batteri viaggiare dal tratto respiratorio ai polmoni. A causa di molteplici fattori di virulenza, M. haemolytica è un esperto nell’evitare le difese immunitarie dell’animale e rimane difficile da eliminare una volta che si verifica un’infezione.

“M. haemolytica causa tipicamente polmonite più improvvisa o acuta e altri patogeni batterici BRD sono comunemente invasori secondari che causano più polmonite cronica”, ha detto Jeffrey Sarchet, DVM, veterinario dei servizi tecnici di manzo con Zoetis.

M. haemolytica produce leucotossina, che uccide i globuli bianchi e porta a gravi danni polmonari. Le proteine enzimatiche dei globuli bianchi colpiti distruggono le cellule polmonari, causando lesioni polmonari che producono danni irreversibili e potenzialmente fatali al bestiame. I bovini hanno un rapporto estremamente basso tra volume polmonare e dimensione corporea, quindi qualsiasi danno polmonare è dannoso per la salute e le prestazioni generali di un animale.

“Altri patogeni batterici, come Pasteurella multocida, non producono leucotossina, quindi non causano il grave danno polmonare acuto che M. haemolytica fa”, Dr. Sarcet ha detto.

Protezione contro M. haemolytica
M. haemolytica è opportunista e spesso colpisce quando un’infezione virale ha indebolito le difese immunitarie dell’animale. Un controllo efficace richiede vaccini che forniscono protezione virale, insieme agli anticorpi anti-leucotossina che aiutano a bloccare l’effetto delle leucotossine e degli anticorpi capsulari per aumentare la capacità dei globuli bianchi di inghiottire e distruggere i batteri.

“One Shot® ha dimostrato efficacia per stimolare la protezione contro M. haemolytica e ridurre le lesioni polmonari”, ha affermato il dott. “Sfortunatamente, i vaccini disponibili per altri patogeni batterici BRD, come Pasteurella multocida e Histophilus somnus, non hanno dimostrato la stessa efficacia di One Shot sulla base di ricerche dell’Università del Minnesota. Poiché Pasteurella multocida e Histophilus somnus sono anche batteri Gram-negativi, l’aggiunta di vaccini per proteggere da questi agenti patogeni può aggiungere stress e aumentare il rischio di reazioni avverse, quindi il costo/beneficio dovrebbe essere attentamente considerato.”3

Dott. Sarcet spiega che i batteri Gram-negativi hanno endotossine nella parete cellulare, che sono tossine molto potenti che causano una risposta allo stress nei bovini con conseguente aumento della frequenza cardiaca e respiratoria, diminuzione del rumine e dell’azione intestinale, febbre, shock vascolare e possibilmente morte.

“Una regola generale è quella di non somministrare a un animale più di due o tre vaccini Gram-negativi allo stesso tempo”, ha detto il dottor Sarcet. “Anche se i vaccini blackleg (clostridiali a sette o otto vie) sono Gram-positivi, li contiamo come mezzo vaccino gram-negativo. Quindi, per esempio, se diamo un colpo con un vaccino clostridiale a sette o otto vie allo stesso tempo, conterebbe come 1½ vaccini Gram – negativi. Se aggiungiamo un vaccino per proteggere contro Pasteurella multocida o Histophilus somnus allo stesso tempo, spingerebbe il protocollo a 2½ a 3½ vaccini Gram-negativi, che è un rischio più elevato per l’animale.”

La ricerca ha dimostrato che i vaccini con leucotossoidi, come quello che si trova nella linea di vaccini One Shot®, possono aiutare a stimolare efficaci anticorpi anti-leucotossina contro M. haemolytica.È stato dimostrato che 4 Antigeni di superficie in un solo colpo stimolano la produzione di anticorpi che aumentano la capacità dei globuli bianchi di inghiottire e distruggere i batteri M. haemolytica prima che possano causare danni ai polmoni.4

One Shot ha anche dimostrato di ridurre la quantità e la gravità delle lesioni polmonari nei bovini infetti da M. haemolytica in studi organizzati perché il leucotossoide adiuvato da One Shot aiuta a garantire la produzione di livelli di anticorpi prevedibilmente più elevati e una protezione più efficace di M. haemolytica.3,4 Uno studio comparativo dei prodotti Zoetis ha mostrato che dopo 21 giorni di M. l’esposizione a haemolytica, One Shot, ha attenuato il 74,5% -79,6% delle lesioni e ha impedito l ‘ 89,4% della mortalità all’interno del gruppo di trattamento.4

“Scegliere il vaccino giusto per il giusto agente patogeno è fondamentale per aiutare a ridurre le malattie respiratorie”, ha detto il dott. “Il vostro veterinario del gregge è una grande risorsa per sviluppare un protocollo che impedirà i problemi da Mannheimia haemolytica.”

Per ulteriori informazioni sui programmi di vaccinazione respiratoria, parlare con il veterinario locale o visitare CompleteCalfProtection.com o protezione senza compromessi.com per saperne di più sulle soluzioni offerte da Zoetis per combattere gli agenti patogeni BRD.

Informazioni su Zoetis
Zoetis è la principale azienda di salute animale, dedicata a supportare i propri clienti e le loro attività. Basandosi su oltre 65 anni di esperienza nel campo della salute animale, Zoetis scopre, sviluppa, produce e commercializza vaccini veterinari, medicinali e diagnostica, che sono integrati da test genetici, biodispositivi e una serie di servizi. Zoetis serve veterinari, produttori di bestiame e persone che allevano e si prendono cura di animali da fattoria e da compagnia con la vendita dei suoi prodotti in più di 100 paesi. Nel 2018, la società ha generato un fatturato annuo di $5,8 miliardi con circa 10.000 dipendenti. Per ulteriori informazioni, visitare www.zoetisus.com.

Per ulteriori informazioni, contattare:
Kathleen McGinty
Zoetis
973-443-2169
[email protected]

Lori Maude
Bader Rutter
303-809-3789
[email protected]

1 Wang M, Schneider LG, Hubbard KJ, Smith DR. Costo della malattia respiratoria bovina nei vitelli pre-svezzati sulle operazioni di mucca/vitello di manzo degli Stati Uniti (2011-2015). JAVMA. 2018;253(5):624-631.
2 Griffin D, Chengappa MM, Kuszak J, McVey DS. Patogeni batterici del complesso di malattie respiratorie bovine. Veterinario Clin Cibo Anim. 2010;26:381-394.
3 Srinand S, Maheswaran SK, Ames TR, Werdin RE, Hsuan SL. Valutazione di tre vaccini commerciali contro la pasteurellosi polmonare bovina sperimentale. Veterinario Microbio. 1996;52:81-89.
4 Dati in archivio, Rapporto di studio n. 3131W-60-11-843, Zoetis, Inc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.